NOVITA' FISCALI
Applicazione del contributo unificato ai ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
Venerdì, 12 Gennaio , 2018
Il ricorso straordinario in materia tributaria è inammissibile. Lo ha chiarito il Consiglio di Stato che ha altresì precisato che il contributo unificato ha carattere tributario e l'obbligazione del pagamento sorge in capo al ricorrente all'atto della presentazione del ricorso straordinario. Dunque, il presupposto oggettivo del dovere contributivo risiede nella avvenuta proposizione del ricorso. L'inammissibilità del ricorso straordinario in materia tributaria, non comporta l'esonero dal pagamento del contributo unificato nel caso in cui il ricorso sia stato comunque presentato. L'obbligazione permane anche nell'ipotesi della eventuale rinuncia al ricorso. Il ricorso straordinario può essere trasposto in sede giurisdizionale amministrativa. La prosecuzione del giudizio davanti al giudice amministrativo comporta l'obbligo per il ricorrente di integrare il contributo dovuto, considerati i diversi importi previsti per il ricorso straordinario e per quello giurisdizionale. All'organo che ha emanato l'atto o al Ministero competente spetta il compito di controllare il regolare assolvimento del tributo, nonché quello di recupero e riscossione. La presentazione del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica presuppone il contestuale pagamento del contributo unificato. La verifica del regolare assolvimento del tributo spetta esclusivamente all'amministrazione che ha emesso l'atto oggetto di impugnazione. Per i ricorsi avverso atti emessi da uffici dell'Agenzia delle Entrate, i medesimi uffici sono competenti a porre in essere l'attività di recupero, anche coattivo, in caso di omesso o insufficiente pagamento del contributo. Gli uffici, prescindendo dalla eventuale inammissibilità del ricorso straordinario in materia tributaria, dovranno curare: il recupero del contributo unificato il cui pagamento sia stato omesso o insufficiente, notificando al contribuente l'invito al pagamento; l'irrogazione della sanzione, in caso di mancato riscontro all'invito al pagamento; l'iscrizione a ruolo, in caso di mancato pagamento, del contributo e della sanzione. E' quanto si legge nella circolare n. 29/E del 22 dicembre 2017 dell'Agenzia delle Entrate.
(Vedi circolare n. 29 del 2017)

NOVITA'
SAF: SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE MEDIOADRIATICA COMMERCIALISTI
Corso SAF su Il Bilancio. Redazione, controllo e revisione
 
La SAF Medioadriatica Commercialisti lancia il nuovo corso di alta formazione dedicato alla redazione, controllo e revisione del bilancio d’esercizio e consolidato; le 200 ore di lezione si svolgeranno a San Benedetto del Tronto (AP)  e consentiranno di maturare, secondo le rispettive discipline, crediti formativi utili ai fini sia della formazione professionale continua che della revisione legale.
Gli interessati dovranno presentare domanda d’iscrizione entro il 23 marzo 2018, il corso inizierà il 6 aprile 2018 per concludersi il 3 maggio 2019. 
Per maggiori informazioni rinviamo alla brochure ufficiale qui allegata.

allegato
20 FEBBRAIO 2018
26 FEBBRAIO 2018
28 FEBBRAIO 2018
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Istituzione del codice tributo per il versamento delle somme previste dall’art. 1, comma 1048, della legge 205/2017
Con la risoluzione n. 14/E del 9 febbraio 2018 l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per il ...continua

Biglietto dinamico per la vendita dei biglietti nel settore dello spettacolo. Imponibilità ai fini Iva. Criteri per la determinazione del prezzo di vendita al quale commisurare i biglietti gratuiti
L’Agenzia delle Entrate dedica la risoluzione n. 15/E del 15 febbraio 2018 alle problematiche fiscali ...continua

Reddito di lavoro dipendente – Indennizzo risarcitorio erogato in esecuzione della stipula di contratti di prossimità
L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 16/E del 15 febbraio 2018, fornisce chiarimenti in merito alla ...continua

Permuta tra un Comune e l’Agenzia del Demanio – trattamento tributario ai fini delle imposte di registro, ipotecaria e catastale
Con la risoluzione n. 12/E del 31 gennaio 2018 l’Agenzia delle Entrate si occupa del corretto trattamento ...continua

Fusione per incorporazione di una società consolidante con società non inclusa nel consolidato – non applicabilità in via analogica della disciplina prevista dal d.m. 9 giugno 2004
L’Agenzia delle Entrate dedica al consolidato la risoluzione n. 13/E del 2 febbraio 2018. Il documento ...continua