NOVITA' FISCALI
Definizione agevolata dei Pvc Chiarimenti
Venerdì, 3 Maggio , 2019
Il decreto legge n. 119/2018 ha introdotto la possibilit di definire in via agevolata il contenuto integrale dei processi verbali di constatazione consegnati entro il 24 ottobre 2018. La procedura consente ai contribuenti di regolarizzare la propria posizione fiscale pregressa. Parliamo di tutte le violazioni contestate nel verbale in materia di imposte sui redditi e relative addizionali, contributi previdenziali e ritenute, imposte sostitutive, Irap, Ivie, Ivafe e Iva. Il contribuente interessato deve presentare la relativa dichiarazione e versare in autoliquidazione le imposte derivanti dalle violazioni constatate nel Pvc che intende regolarizzare. Per la definizione agevolata del Pvc il soggetto interessato chiamato a regolarizzare la totalit delle violazioni constatate riferite al singolo periodo di imposta oggetto del processo verbale. A differenza del ravvedimento operoso non possibile scegliere quali violazioni regolarizzare. Al contribuente, per, viene riconosciuto il beneficio pi ampio, consistente nel totale abbattimento di sanzioni ed interessi, rispetto a quello derivante dal ravvedimento. Unaltra differenza rappresentata dallesclusione della compensazione ai fini del versamento degli importi dovuti per la definizione agevolata del Pvc, consentita, invece, per il ravvedimento. A fronte di questa limitazione, per consentita la possibilit di rateizzare gli importi dovuti fino a 20 rate trimestrali. Chi opta per la definizione del Pvc rinuncia ad instaurare un procedimento in contraddittorio con lufficio, a differenza delle altre forme di definizione agevolata. LAgenzia delle Entrate, con la circolare n. 7/E del 9 aprile 2019, ha fornito alcuni chiarimenti sulla regolarizzazione dei processi verbali di constatazione. Sono definibili le violazioni sostanziali, ovvero le violazioni che hanno inciso sulla determinazione della base imponibile o sul versamento del tributo, con esclusione di quelle relative a settori impositivi diversi da quelli espressamente richiamati dal comma 1 dellarticolo 1 del Dl 119/2018 e di quelle di natura formale che non rilevano sulla determinazione della base imponibile n sul pagamento dei tributi; possono inoltre essere definite anche le violazioni constatate nel Pvc relativamente a periodi di imposta per i quali la dichiarazione risulta omessa. La definizione pu interessare anche i periodi di imposta per i quali, alla data di consegna del Pvc, non erano ancora scaduti i termini ordinari per la presentazione della relativa dichiarazione. I contribuenti interessati ad avvalersi della definizione agevolata del Pvc devono presentare, entro il prossimo 31 maggio, la dichiarazione integrativa per i periodi di imposta oggetto di constatazione. In particolare, i contribuenti devono presentare, sempre entro il 31 maggio 2019, la dichiarazione relativa allo specifico periodo dimposta da definire o pi dichiarazioni, se per lo stesso periodo dimposta sia prevista la presentazione autonoma di una singola dichiarazione per ciascun tributo. Come anticipato il versamento in autoliquidazione delle imposte deve avvenire entro il 31 maggio 2019, senza interessi n sanzioni. Il pagamento pu avvenire in ununica soluzione o a rate (massimo 20); il versamento della prima rata deve essere effettuato entro il 31 maggio 2019. Le rate successive alla prima vanno corrisposte entro lultimo giorno di ciascun trimestre. Esclusi dalla regolarizzazione sono i rilievi inerenti alla disciplina dellabuso del diritto o elusione fiscale.
(Vedi circolare n. 7 del 2019)

NOVITA'
NOTIZIARIO 12_2019
In questo numero:
  1. Formazione professionale continua
  2. Focus Sisma
  3. Commissione studi Terzo Settore: circolare novità
  4. Informazioni utili
  5. Informativa CNDCEC
  6. Informative FNC

allegato
16 SETTEMBRE 2019
19 SETTEMBRE 2019
20 SETTEMBRE 2019
25 SETTEMBRE 2019
30 SETTEMBRE 2019
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Tassabilit, in capo ai dipendenti, del servizio di monitoraggio di dati sensibili offerto dal datore di lavoro
Con la risoluzione n. 77/E del 12 agosto 2019 lAgenzia delle Entrate risponde ad una societ che in qualit ...continua

Istituzione del codice tributo per lutilizzo delle agevolazioni previste a favore delle imprese e dei professionisti localizzati nella zona franca urbana istituita nei comuni del Centro Italia colpiti dal sisma
LAgenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 78/E del 30 agosto 2019, ha istituito il codice tributo Z162 ...continua

Legge di bilancio 2018 Depositi Fiscali a regime Iva per benzina, gasolio e altri prodotti carburanti o combustibili
La legge di Bilancio 2018 ha introdotto misure di contrasto allevasione Iva, in relazione allimmissione in ...continua

Utilizzo del codice tributo 3858 per effettuare il versamento dellacconto mensile dellIrap dovuto da talune categorie di amministrazioni statali ed enti pubblici
Con la risoluzione n. 75/E del 9 agosto 2019 lAgenzia delle Entrate rende noto che mediante il codice ...continua

Esenzione da ritenuta sugli interessi e altri proventi derivanti da finanziamenti a medio e lungo termine alle imprese
Una societ di gestione con sede legale in Guernsey (Regno Unito) che gestisce fondi dinvestimento nella ...continua