NOVITA' FISCALI
Istituzione del codice tributo per il versamento da parte dei lavoratori autonomi delle ritenute dacconto non operate dai sostituti dimposta ai sensi dellart. 19 del decreto Liquidit
Venerdì, 25 Settembre , 2020
LAgenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 50/E del 7 settembre 2020, ha istituito il codice tributo 4050 denominato Ritenute dacconto non operate versate dai lavoratori autonomi art. 19, comma 1, Decreto legge 8 aprile 2020 n. 23. Il nuovo codice tributo servir ai lavoratori autonomi per il versamento delle ritenute dacconto non operate dai sostituti dimposta. Tale articolo prevede che per i soggetti con domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nel territorio dello Stato con ricavi o compensi non superiore a 400mila euro nel periodo dimposta precedente a quello in corso alla data del 17 marzo scorso, i ricavi e i compensi percepiti nel periodo compreso tra il 17 marzo e il 31 maggio 2020 non sono assoggettati alle ritenute dacconto da parte del sostituto dimposta, a condizione che nel mese precedente non abbiano sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato. I contribuenti che si avvalgono della presente opzione, rilasciano unapposita dichiarazione dalla quale risulti che i ricavi e compensi non sono soggetti a ritenuta ai sensi della presente disposizione e provvedono a versare lammontare delle ritenute dacconto non operate dal sostituto in ununica soluzione entro il 31 luglio 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo, a decorrere da luglio 2020, senza applicazione di interessi n sanzioni. Successivamente il decreto Rilancio ha prorogato al 16 settembre la ripresa dei versamenti delle suddette ritenute in ununica soluzione o mediante rateizzazione, fino ad un massimo di 4 rate. Il decreto Agosto ha infine stabilito che i versamenti sospesi possono essere effettuati, senza sanzioni e interessi, pagando il 50% delle somme dovute in ununica soluzione entro il 16 settembre o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 4 rate. Il restante 50% andr pagato, a rate mensili, in un numero massimo di 24, con il versamento della prima entro il 16 gennaio 2021.
(Vedi risoluzione n. 50 del 2020)

20 ottobre
26 ottobre
30 ottobre
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Regime fiscale dei contributi spettanti ai Consiglieri ed Assessori regionali cessati dal mandato

I contributi corrisposti con il metodo contributivo ai consiglieri e assessori regionali cessati ...continua

Contributo a fondo perduto - Art. 25 decreto Rilancio - istanze di autotutela

Larticolo 25 del decreto Rilancio ha introdotto un contributo a fondo perduto a favore dei ...continua

Deducibilit ai fini della determinazione del reddito di lavoro autonomo dei contributi previdenziali e assistenziali versati dai notai alla Cassa Nazionale del Notariato

Con la risoluzione n. 79/E dell8 marzo 2002 lAgenzia delle Entrate ha chiarito che i contributi ...continua

Imponibilit Iva dei servizi di gestione sinistri nellambito dei rapporti di riassicurazione dei rischi nel ramo 18 (Assistenza)

LAgenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 63/E del 5 ottobre 2020, ha fornito chiarimenti in ...continua

Trattamento fiscale dello sconto riconosciuto ai dipendenti per lacquisto diretto di beni a seguito di apposita convenzione stipulata dal datore di lavoro

La societ istante gestisce, per s e per conto terzi, i centri logistici situati in Italia. Il suo ...continua