NOVITA' FISCALI
Cessione, in consolidato fiscale, di crediti derivanti da misure di Superbonus e bonus diversi dal Superbonus
Venerdì, 12 Agosto , 2022

Consolidato fiscale. Il trasferimento di crediti tra societ del consolidato, come i tax credit edilizi, non costituisce una cessione a terzi ma il passaggio di una posizione soggettiva alla fiscal unit rilevante solo ai fini della liquidazione dimposta.

Ad affermarlo, in sintesi, lAgenzia delle Entrate nella risoluzione n. 45/E del 2 agosto 2022, dedicata alla cessione, in consolidato fiscale, di crediti derivanti da misure di Superbonus e bonus diversi dal Superbonus.

Non essendovi operazioni di cessione, dunque, per lutilizzo dei crediti va presentato il modello F24. Nella sezione contribuente andr indicato sia il codice fiscale della societ consolidante che utilizza il credito in compensazione che il codice fiscale della consolidata nel campo coobbligato erede, genitore, tutore curatore fallimentare, quello del titolare che ha trasferito il credito utilizzando il codice identificativo 62.

La risoluzione precisa che per lutilizzo in compensazione dei crediti dimposta da bonus edilizi, non si applicano i limiti previsti dallarticolo 34 della legge 388/2000 e dallarticolo 1, comma 53, della legge n. 244 del 24 dicembre 2007.

LAgenzia delle Entrate si gi pronunciata sul trasferimento dei crediti tra societ nel perimetro del consolidato fiscale, vedi gli interpelli n. 191/2019 e n. 133/2021. Con la risoluzione n. 45/E, tuttavia, per la prima volta, lAmministrazione si pronuncia su tutti i tax credit (non solo Superbonus ma anche bonus ristrutturazioni, bonus facciate, sismabonus e fotovoltaico e colonnine elettriche) alla luce dellarticolo 121 del decreto legge Rilancio.

Con il decreto legge Sostegni-ter il legislatore ha introdotto nel nostro ordinamento diverse limitazioni antifrode alle cessioni. Oggi il numero massimo di cessioni effettuabili sono quattro di cui la prima libera, due a soggetti qualificati e lultima possibile solo tra la banca acquirente e tutte le partite Iva.

La risoluzione ricorda che per le societ partecipanti al consolidato fiscale vale il principio espresso dallart. 7 del dm 1marzo 2018, il quale ha stabilito che ciascun soggetto pu cedere, ai fini della compensazione con limposta sul reddito delle societ dovuta dalla consolidante, i crediti utilizzabili in compensazione ai sensi dellarticolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241, nel limite previsto dallarticolo 25 di tale decreto per limporto non utilizzato dal medesimo soggetto, nonch le eccedenze di imposta ricevute ai sensi dellarticolo 43-ter del Dpr n. 602/1973.

Pertanto, in costanza di consolidato, ciascuna societ partecipante alla tassazione di gruppo (inclusa la consolidante) ha la facolt di trasferire i propri crediti ai fini della compensazione con limposta sul reddito delle societ dovuta dalla consolidante per un ammontare non superiore allIres risultante, a titolo di saldo e di acconto, dalla dichiarazione dei redditi del consolidato.

Il trasferimento dei crediti dimposta quindi consentito ai soli fini della compensazione con lIres del gruppo e per la parte non eventualmente utilizzata dalla societ per lassolvimento di altri debiti.

Detto trasferimento non configura una ipotesi di cessione a terzi dei crediti dimposta ma un trasferimento di una posizione soggettiva alla fiscal unit che rileva ai soli fini della liquidazione dellimposta sul reddito delle societ dovuta dalla consolidante.

Ne deriva che, non costituendo il trasferimento dei crediti indicati dallIstante allinterno del consolidato una ipotesi di cessione a terzi degli stessi a titolo oneroso, la societ pu legittimamente trasferire i crediti alla fiscal unit, nei limiti della quota utilizzabile e dellIres dovuta, senza incorrere nelle limitazioni fissate dalla legge per le cessioni.

Secondo le Entrate questo principio vale per tutte le cessioni e si applica sia per i crediti maturati come sconti in fattura dai fornitori che per i crediti acquistati da societ esterne al consolidato. In questo caso la seconda cessione sarebbe impossibile in quanto i cessionari non sono soggetti qualificati (la legge richiede che siano banche o assicurazioni).

In merito alle modalit operative attraverso le quali una societ consolidata pu trasferire i richiamati crediti di imposta alla societ consolidante, la risoluzione precisa che possibile utilizzare, tramite mod. F24, il credito di Beta da parte della consolidante Alfa.

In sostanza, per lutilizzo del credito dimposta si pu far riferimento alla risposta delle Entrate n. 240/2022, ossia che, costituendo le posizioni giuridiche attive in argomento crediti dimposta di natura agevolativa, affinch possano essere effettuati i controlli automatizzati per verificare la capienza del plafond delle agevolazioni disponibili rispetto ai crediti utilizzati in compensazione, necessario che nella sezione CONTRIBUENTE del mod. F24 siano indicati:

  • nel campo CODICE FISCALE (c.d. primo codice fiscale), il codice fiscale della societ consolidante che utilizza il credito in compensazione;
  • nel campo CODICE FISCALE del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare (c.d. secondo codice fiscale), il codice fiscale del titolare che ha trasferito il credito dimposta nellambito del consolidato, unitamente al codice identificativo 62.

Infine, limporto relativo ai crediti oggetto della presente istanza pu essere trasferito al consolidato fiscale senza lapplicazione dei limiti di cui allarticolo 31, comma 1, del decreto legge 31 maggio 2010 n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010 n. 122 e allarticolo 34 della legge 23 dicembre 2000 n. 388.


(Vedi risoluzione n. 45 del 2022)

NOVITA'
Pubblicazione griglia di rilevazione OIV
E' stata pubblicata nell'apposita area dell'amministrazione trasparente al seguente link la griglia di rilevazione adempimenti anno 2022
BILANCIO CONSUNTIVO ESERCIZIO FINANZIARIO 2021
Fascicolo Bilancio consuntivo esercizio finanziario 2021
allegato
Esito elezioni 21 22 febbraio 2022
**************
allegato
20 settembre 2022
26 settembre 2022
28 settembre 2022
30 settembre 2022
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Istituzione dei codici tributo per lutilizzo dei crediti dimposta a favore delle imprese a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti per lacquisto di luce, gas e carburante

Il decreto legge n. 115/2022, meglio noto come decreto Aiuti-bis, ha introdotto delle agevolazioni per ...continua

Chiarimenti in relazione agli investimenti effettuati dai soggetti operanti nel settore della nautica da diporto ai fini della disciplina contenuta nella legge n. 208/2015, come da ultimo modificata dalla legge di Bilancio 2022

Premessa

LAgenzia delle Entrate, con la circolare n. 32/E del 21 settembre ...continua

Istituzione del codice tributo per lutilizzo del credito dimposta per lacquisto di carburanti per lesercizio dellattivit della pesca

Al fine di mitigare gli effetti economici derivanti dal perdurare del forte aumento dei prezzi dei ...continua

Aliquota Iva del 5% gas - Servizi accessori

A seguito della pubblicazione della risposta n. 368 dello scorso 7 luglio lAgenzia delle Entrate ha ...continua

ATAD 1 - Disciplina sulle Societ Controllate Estere (CFC) - Ulteriori chiarimenti

LAgenzia delle Entrate, con la circolare n. 29/E del 28 luglio 2022, fornisce chiarimenti in merito alla ...continua