SCADENZE FISCALI
28 febbraio 2019

Versamento della rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale
CHI:
Soggetti autorizzati a corrispondere l’imposta di bollo in maniera virtuale
COSA:
Versamento della 1° rata bimestrale dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale relativa alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2019
MODALITŔ:
Modello F24 con modalitŕ telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato
CODICI TRIBUTO:
2505 – Bollo virtuale – rata

Versamento rata dell'Imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta su vaglia cambiari e fedi di credito
CHI:
Banca d’Italia, Banco di Napoli e Banco di Sicilia
COSA:
Versamento dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sui vaglia cambiari e sulle fedi di credito emessi relativamente al 4° trimestre del 2018
MODALITŔ:
Modello F24 con modalitŕ telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato
CODICI TRIBUTO:
2505 – Bollo virtuale – rata

Versamento della rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale sugli assegni bancari o postali in forma libera
CHI:
Poste Italiane S.p.a., Banche ed istituti di credito autorizzati al rilascio di assegni bancari in forma libera
COSA:
Versamento della 1° rata bimestrale dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sugli assegni bancari e postali in forma libera in circolazione. La rata deve essere versata mediante integrazione della rata bimestrale liquidata dall’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate sulla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. n. 642 del 1972
MODALITŔ:
Modello F24 con modalitŕ telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato
CODICI TRIBUTO:
2505 – Bollo virtuale – rata

Versamento della rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale sui vaglia postali in forma libera
CHI:
Poste Italiane S.p.a.
COSA:
Versamento della 1° rata bimestrale dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sui vaglia postali in forma libera in circolazione. La rata deve essere versata mediante integrazione della rata bimestrale liquidata dall’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate sulla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. n. 642 del 1972
MODALITŔ:
Modello F24 con modalitŕ telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato
CODICI TRIBUTO:
2505 – Bollo virtuale – rata

Imposta sulle assicurazioni: versamento mensile
CHI:
Imprese di assicurazione
COSA:
Versamento dell’imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di gennaio 2019 nonché gli eventuali conguagli dell’imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di dicembre 2018
MODALITŔ:
Modello F24-Accise con modalitŕ telematiche
CODICI TRIBUTO:
3354 – Imposta sulle assicurazioni – Erario – Art. 4-bis, comma 5 e art. 9, comma 1 della legge 29 ottobre 1961, n. 1216. 3356 – imposta sulle assicurazioni RC auto – Province” 3357 – contributo al SSN sui premi di assicurazione RC auto” 3358 – contributo al SSN sui premi di assicurazione per RC auto – Friuli Venezia Giulia 3359 – contributo al SSN sui premi di assicurazione per RC auto – Trento” 3360 – contributo al SSN sui premi di assicurazione per RC auto – Bolzano” 3361 – contributo al Fondo di solidarietŕ per le vittime delle richieste estorsive e dell’usura – aumento aliquota

Enti non commerciali e agricoltori esonerati: versamento IVA relativa ad acquisti intracomunitari
CHI:
Enti non commerciali di cui all’art. 4, quarto comma, del D.P.R. n. 633/1972 e agricoltori esonerati di cui all’art. 34, sesto comma, dello stesso D.P.R. n. 633/1972 N.B. Sono tenuti a quest’adempimento sia gli enti non commerciali non soggetti passivi d’imposta sia quelli soggetti passivi Iva, limitatamente alle operazioni di acquisto realizzate nell’esercizio di attivitŕ non commerciali
COSA:
Liquidazione e versamento dell’Iva relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel mese precedente
MODALITŔ:
Modello F24 con modalitŕ telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato
CODICI TRIBUTO:
6099 – Versamento Iva sulla base della dichiarazione annuale

Enti non commerciali e agricoltori esonerati: presentazione INTRA 12
CHI:
Enti non commerciali di cui all’art. 4, quarto comma, del D.P.R. n. 633/1972 e produttori agricoli di cui all’art. 34, sesto comma, dello stesso D.P.R. n. 633/1972 N.B. Sono tenuti a quest’adempimento sia gli enti non commerciali non soggetti passivi d’imposta sia quelli soggetti passivi Iva, limitatamente alle operazioni di acquisto realizzate nell’esercizio di attivitŕ non commerciali
COSA:
Dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato effettuati dagli enti non soggetti passivi IVA e dagli agricoltori esonerati (Modello INTRA 12)
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando i canali Fisconline o Entratel

Contratti di affitto di fondi rustici non formati per atto pubblico o scrittura privata autenticata: registrazione della denuncia annuale cumulativa
CHI:
Titolari di contratti di locazione di fondi rustici
COSA:
Registrazione della denuncia annuale cumulativa dei contratti di affitto di fondi rustici, non formati per atto pubblico o scrittura privata autenticata, posti in essere nell’anno precedente. Contestualmente alla denuncia deve essere presentata l’attestazione di pagamento dell’imposta di registro
MODALITŔ:
La denuncia deve essere sottoscritta e presentata, in doppio originale, da una delle parti contraenti, ad un qualsiasi Ufficio Territoriale dell’Agenzia delle Entrate. Contestualmente alla denuncia deve essere presentata l’attestazione di pagamento dell’imposta di registro corrisposta con Modello F24 “Elementi identificativi”. La registrazione della denuncia puň essere effettuata anche in via telematica utilizzando il software disponibile sul sito www.agenziaentrate.gov.it. In questo caso il pagamento puň essere effettuato esclusivamente tramite addebito in conto corrente.
CODICI TRIBUTO:
1500 – LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per prima registrazione

Canone TV comunicazione all'Agenzia delle Entrate da parte dei soggetti che corrispondono pensioni senza vincolo di tesoreria unica
CHI:
Soggetti che corrispondono redditi di pensione di cui all’art. 49, comma 2, lett. a) del D.P.R. n. 917/1986 di importo non superiore a euro 18.000,00 annui
COSA:
Comunicazione bimestrale all’Agenzia delle Entrate dei dati dei soggetti per i quali č cessata la trattenuta rateale del canone di abbonamento alla televisione, dell’importo trattenuto, di quello residuo e delle motivazioni della cessazione
MODALITŔ:
Mediante invio telematico

Canone TV comunicazione all'Agenzia delle Entrate da parte dei soggetti che corrispondono redditi da pensione con vincolo di tesoreria unica
CHI:
Enti ed organismi pubblici nonché le amministrazioni centrali dello Stato individuate dal D.M. 5 ottobre 2007 e dal D.M. 22 ottobre 2008 che corrispondono redditi di pensione di cui all’art. 49, comma 2, lett. a) del D.P.R. n. 917/1986 di importo non superiore a euro 18.000,00 annui
COSA:
Comunicazione bimestrale all’Agenzia delle Entrate dei dati dei soggetti per i quali č cessata la trattenuta rateale del canone di abbonamento alla televisione, dell’importo trattenuto, di quello residuo e delle motivazioni della cessazione
MODALITŔ:
Mediante invio telematico

Comunicazione annuale dei dati relativi alle forniture di documenti fiscali
CHI:
Tipografie autorizzate alla stampa di documenti fiscali e soggetti autorizzati ad effettuarne la rivendita
COSA:
Comunicazione annuale dei dati relativi alle forniture di documenti fiscali effettuate ai rivenditori e ai soggetti utilizzatori di tali documenti nell’anno precedente
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando il servizio telematico ENTRATEL o FISCONLINE

Comunicazioni all'Anagrafe Tributaria dei dati relativi agli interessi passivi per contratti di mutuo
CHI:
Soggetti che erogano mutui agrari e fondiari
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti all’anno precedente, relativi alle quote di interessi passivi e relativi oneri accessori per mutui agrari e fondiari, ai sensi dell’art. 78, comma 25, della legge n. 413 del 1991 (come sostituito dall’art. 3 del D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175)
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati relativi ai contributi previdenziali e assistenziali
CHI:
Enti previdenziali
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti all’anno precedente, relativi ai contributi previdenziali e assistenziali, ai sensi dell’art. 78, comma 25, della legge n. 413 del 1991 (come sostituito dall’art. 3 del D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175)
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati relativi ai contratti assicurativi e ai premi assicurativi
CHI:
Imprese assicuratrici giŕ obbligate alla comunicazione all’Anagrafe Tributaria ai sensi dell’art. 78, comma 25, della legge n. 413/1991, nonché le aziende, gli istituti, gli enti e le societŕ, giŕ obbligati alla Comunicazione all’Anagrafe Tributaria ai sensi dell’art. 7 del D.P.R. n. 605/1973
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei seguenti dati riferiti all’anno precedente: a) per tutti i soggetti del rapporto, i dati relativi ai premi di assicurazione detraibili, ai sensi dell’art. 78, comma 25, della legge n. 413 del 1991; b) i dati e le notizie, relativamente ai soggetti contraenti, dei contratti di assicurazione ad esclusione dei contratti relativi alla responsabilitŕ civile ed all’assistenza e garanzie accessorie, di cui all’art. 6, comma 1, lettera g-ter) del D.P.R. n. 605 del 1973
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, utilizzando il Sistema di Interscambio Dati (SID) e i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Operatori finanziari: comunicazione mensile all'Anagrafe Tributaria dei dati riferiti al mese precedente
CHI:
Operatori finanziari indicati all’art. 7, sesto comma, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 605 (vale a dire Banche, societŕ Poste Italiane S.p.a., gli Intermediari Finanziari, le Imprese di Investimento, gli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio, le Societŕ di Gestione del Risparmio, nonché ogni altro Operatore Finanziario)
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti al mese solare precedente, relativi ai soggetti con i quali sono stati intrattenuti rapporti di natura finanziaria
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica utilizzando il software SID – Gestione Flussi Anagrafe Rapporti

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati relativi alla previdenza complementare
CHI:
Forme pensionistiche complementari di cui al D.Lgs. N. 252/2005 per le quali i contributi non sono versati per il tramite del sostituto d’imposta
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti all’anno precedente, relativi ai contributi di cui all’articolo 10, comma 1, lettera e-bis), del testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 versati alle forme pensionistiche complementari, ai sensi dell’art. 78, comma 25, della legge n. 413 del 1991 (come sostituito dall’art. 3 del D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175)
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati relativi alle spese sanitarie rimborsate
CHI:
Enti, Casse e societŕ di mutuo soccorso aventi esclusivamente fine assistenziale e i fondi integrativi del Servizio Sanitario Nazionale che nell’anno precedente hanno ottenuto l’attestazione di iscrizione nell’Anagrafe dei fondi integrativi del Servizio Sanitario Nazionale di cui all’art. 9, comma 9, del D.Lgs. n. 502/1992, nonché gli altri fondi comunque denominati
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti all’anno precedente, relativi alle spese sanitarie rimborsate nell’anno precedente per effetto dei contributi versati dai contribuenti iscritti di cui alla lettera a) del comma 2 dell’art. 51 e di quelli di cui alla lettera e-ter) del comma 1 dell’art. 10 del D.P.R. n. 917/1986, nonché i dati relativi alle spese sanitarie rimborsate che comunque non sono rimaste a carico del contribuente ai sensi dell’art. 10, comma 1, lettera b), e dell’art. 15, comma 1, lettera c), del D.P.R. n. 917/1986
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati riferiti all'anno precedente relativi alle spese funebri
CHI:
Soggetti che emettono fatture relative a spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone (Esercenti servizi di pompe funebri e attivitŕ connesse)
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti all’anno precedente, relativi alle spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati riferiti all'anno precedente relativi alle spese universitarie
CHI:
Universitŕ statali e non statali
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti all’anno precedente, relativi alle spese universitarie. Per ciascuno studente le universitŕ statali e non statali comunicano l’ammontare delle spese universitarie sostenute nell’anno d’imposta precedente con l’indicazione dei soggetti che hanno sostenuto le spese e dell’anno accademico di riferimento. Le spese universitarie sono comunicate al netto dei relativi rimborsi e contributi. Sono indicati separatamente i rimborsi erogati nell’anno d’imposta ma riferiti a spese sostenute in anni d’imposta precedenti. Non devono essere comunicati i dati relativi alle spese sostenute per lo studente da parte di enti, societŕ, imprese e professionisti e, in generale, da parte di soggetti diversi dallo studente o dai suoi familiari
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Soggetti che erogano i rimborsi relativi alle spese universitarie: trasmissione telematica dei dati dei rimborsi relativi alle spese universitarie erogati nell'anno precedente, con l'indicazione dell'anno nel quale č stata sostenuta la spesa rimborsata
CHI:
Soggetti che erogano i rimborsi relativi alle spese universitarie
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati dei rimborsi relativi alle spese universitarie erogati nell’anno precedente, con l’indicazione dell’anno nel quale č stata sostenuta la spesa rimborsata. Non devono essere indicati: a) i rimborsi contenuti nella certificazione dei sostituti d’imposta (c.d. CU) di cui all’art. 4 del D.P.R. n. 322/1998; b) i rimborsi trasmessi dalle universitŕ ai sensi del D.M. 13 gennaio 2016
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Amministratori di condominio: Trasmissione telematica dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali
CHI:
Amministratori di condominio
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, nonché con riferimento all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Nella Comunicazione devono essere indicate le quote di spesa imputate ai singoli condomini
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione dei dati relativi ai pagamenti effettuati a mezzo bonifico per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici
CHI:
Banche e Poste Italiane S.p.a. e altri istituti di credito presso i quali sono disposti i bonifici di pagamento per la realizzazione di interventi di recupero del patrimonio edilizio e/o di riqualificazione energetica degli edifici
COSA:
Comunicazione, riferita ai dati del 2017, delle informazioni relative al mittente, ai beneficiari della detrazione e ai destinatari dei pagamenti effettuati tramite bonifici bancari, ai fini del riconoscimento della detrazione di cui all’art. 1, comma 1, della legge n. 449 del 1997 (vale a dire detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio e/o di riqualificazione energetica degli edifici)
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, utilizzando il tracciato record allegato al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 30 maggio 2014

Comunicazione liquidazioni periodiche IVA effettuate nel quarto trimestre solare precedente
CHI:
Soggetti passivi dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA)
COSA:
Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel quarto trimestre solare del 2018, da effettuare utilizzando il modello “Comunicazione liquidazioni periodiche IVA”
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, seguendo le modalitŕ descritte nell’allegato al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 27 marzo 2017 denominato “Modalitŕ di trasmissione dati”

Veterinari: comunicazione al Sistema TS dei dati relativi alle spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche nell'anno 2018
CHI:
Iscritti agli Albi professionali dei veterinari; strutture autorizzate alla vendita al dettaglio di medicinali veterinari
COSA:
Trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria dei dati delle spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche nell’anno 2018 riguardanti le tipologie di animali individuate dal regolamento di cui al D.M. 6 giugno 2001, n. 289, ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, registrandosi sul sito internet www.sistemats1.sanita.finanze.it/wps/portal

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati relativi alle erogazioni liberali in denaro deducibili e detraibili eseguite nell'anno precedente da persone fisiche
CHI:
ONLUS di cui all’art. 10 – commi 1, 8 e 9 – del D.Lgs. N. 460/1997; associazioni di promozione sociale di cui all’art. 7 della legge n.383/2000; fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario la tutela, promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico di cui al D.Lgs. n. 42/2004; fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attivitŕ di ricerca scientifica, individuate con D.P.CM. adottato su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze e del Ministro dell’Istruzione, dell’Universitŕ e della Ricerca
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati relativi alle erogazioni liberali in denaro deducibili e detraibili eseguite nell’anno precedente da persone fisiche. Per ciascun soggetto erogante, deve essere comunicato l’ammontare delle erogazioni liberali effettuate nell’anno precedente tramite banca o ufficio postale ovvero mediante gli altri sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 del D.Lgs. n. 241/1997, con l’indicazione dei dati identificativi dei soggetti eroganti.
CODICI TRIBUTO:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria delle erogazioni liberali restituite nell'anno precedente, con l'indicazione dei dati identificati del soggetto a favore del quale č stata effettuata la restituzione e dell'anno nel quale č stata ricevuta l'erogazione rimborsata
CHI:
ONLUS di cui all’art. 10 – commi 1, 8 e 9 – del D.Lgs. N. 460/1997; associazioni di promozione sociale di cui all’art. 7 della legge n.383/2000; fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario la tutela, promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico di cui al D.Lgs. n. 42/2004; fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attivitŕ di ricerca scientifica, individuate con D.P.CM. adottato su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze e del Ministro dell’Istruzione, dell’Universitŕ e della Ricerca
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria delle erogazioni liberali restituite nell’anno precedente, con l’indicazione dei dati identificati del soggetto a favore del quale č stata effettuata la restituzione e dell’anno nel quale č stata ricevuta l’erogazione rimborsata
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati riguardanti le spese relative alle rette per la frequenza degli asili nido, pubblici e privati
CHI:
Asili nido di cui all’art. 70 della legge 28 dicembre 2001, n. 448, pubblici e privati nonché altri soggetti a cui sono versate le rette relative alla frequenza dell’asilo nido
COSA:
Comunicazione all’Anagrafe Tributaria dei dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dai genitori, con riferimento a ciascun figlio iscritto all’asilo nido, per il pagamento di rette relative alla frequenza dell’asilo nido e di rette per i servizi formativi infantili di cui all’art. 1, comma 630, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Per ciascuno iscritto č comunicato l’ammontare delle rette per la frequenza degli asili nido sostenute nell’anno d’imposta precedente con l’indicazione dei soggetti che hanno sostenuto le spese e dell’anno scolastico di riferimento
MODALITŔ:
Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, avvalendosi del servizio telematico Fisconline o Entratel e utilizzando i prodotti software di controllo e di predisposizione dei file resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate

Conguaglio sui reddditi di lavoro dipendente e assimilati
CHI:
Sostituti d’imposta
COSA:
Scade il termine per effettuare il conguaglio tra le ritenute operate e l’imposta dovuta ai fini IRPEF sui redditi di lavoro dipendente ed assimilati e per la determinazione delle addizionali regionale e comunale all’IRPEF

Opposizione all'utilizzazione dei dati relativi alle spese universitarie sostenute nell'anno precedente e ai rimborsi ricevuti nell'anno precedente per l'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata
CHI:
Studenti universitari che intendono opporsi all’utilizzazione dei dati relativi alle spese universitarie sostenute nell’anno precedente e ai rimborsi ricevuti nell’anno precedente per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata
COSA:
Scade il termine per poter esercitare l’opposizione all’utilizzazione dei dati relativi alle spese universitarie sostenute nell’anno precedente e ai rimborsi ricevuti nell’anno precedente per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata
MODALITŔ:
Utilizzando il modello denominato “Opposizione all’utilizzo dei dati delle spese universitarie per la dichiarazione dei redditi precompilata”. Detto modello, debitamente sottoscritto, unitamente ad una copia di un documento d’identitŕ, deve essere trasmesso all’Agenzia delle Entrate inviando una e-mail all’indirizzo opposizioneutilizzospeseuniversitarie@agenziaentrate.it oppure inviando un fax al numero 0650762273

Opposizione all'utilizzazione dei dati delle rette per la frequenza di asili nido sostenute nell'anno precedente per l'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata
CHI:
Soggetti che intendono opporsi all’utilizzazione dei dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente per le rette relative alla frequenza dell’asilo nido e ai rimborsi ricevuti nell’anno precedente per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata
COSA:
Scade il termine per poter esercitare l’opposizione all’utilizzazione dei dati delle rette per la frequenza di asili nido sostenute nell’anno precedente per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata
MODALITŔ:
Utilizzando il modello denominato “Opposizione all’utilizzo dei dati delle rette per la frequenza di asili nido per la dichiarazione dei redditi precompilata”. Detto modello, debitamente sottoscritto, unitamente ad una copia di un documento d’identitŕ, deve essere trasmesso all’Agenzia delle Entrate inviando una e-mail all’indirizzo opposizioneutilizzospeseasilinido@agenziaentrate.it oppure inviando un fax al numero 0650762651



NOVITA'
Risposte fornite nel corso del Videoforum "La fatturazione elettronica tra privati"
risposte fornite dall'Agenzia delle Entrate ai numerosi quesiti sulla fatturazione elettronica formulati dal Consiglio nazionale dei commercialisti nel corso del Videoforum “La fatturazione elettronica tra privati: i chiarimenti ai dubbi della prima fase di applicazione delle nuove procedure’, organizzato dallo stesso Consiglio nazionale in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate e tenutosi lo scorso 15 gennaio. Le risposte sono suddivise in blocchi tematici
allegato
DOCUMENTO commissione
QUESTIONI URGENTI:
Breve analisi delle principali criticità dei provvedimenti a carattere economico contenuti nel DL. 189/2016 e successivi provvedimenti
allegato
23 aprile 2019
26 aprile 2019
30 aprile 2019
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Anticipo finanziario a garanzia pensionistica (cd Ape)
L’anticipo finanziario a garanzia pensionistica (Ape volontaria) puň essere riconosciuto dall’Inps in favore ...continua

Reddito di lavoro dipendente – Detassazione Premi di risultato
L’Agenzia delle Entrate dedica la risoluzione n. 78/E del 19 ottobre 2018 ai premi di risultato e alle misure ...continua

Il trattamento fiscale dei Classic Repo
L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 79/E del 23 ottobre 2018, ha chiarito che i proventi derivanti ...continua

Cessione di diritti volumetrici – Agevolazioni – Imposte di registro, ipotecaria e catastale
Con la risoluzione n. 80/E del 24 ottobre 2018 l’Agenzia delle Entrate risponde ad un interpello nel quale un ...continua

Regime speciale per i lavoratori impatriati – attivitŕ lavorativa prestata all’estero in posizione di distacco – chiarimenti
Una societŕ chiede chiarimenti in merito al regime fiscale agevolato previsto per i lavoratori impatriati, ...continua